17/2 IL PAESE DEI LADRI

venerdì 17 febbraio ore 21

IL PAESE DEI LADRI
di Paola Ruffo e Michele Bia con
PAOLA RUFFO

L’Opera narra la storia di Nicola, nato e cresciuto nel Paese dei Ladri, dove l’illegalità  è la norma, e che, per caso, scopre i libri. Questa casualità, unita al suo amore per i treni e all’amore per una ragazza, lo aiutano a cambiare un Mondo che sembrava immutabile. Lui riesce, pian piano, a portare la legalità nel paese in cui vive, dimostrando che “cambiare si può, basta volerlo”.

Ispirato alla Storia Vera di Nicola Ruffo, ucciso a Bari il 6 febbraio del 1974. Nicola, resosi conto che in una tabaccheria era in corso una rapina, intervenne in soccorso dei gestori, incurante del fatto che i rapinatori erano in cinque. Uno di loro gli sparò ferendolo mortalmente. In seguito si scoprì che i cinque malviventi appartenevano ad un clan della malavita organizzata di Bari. Con lui vogliamo ricordare tutti quei genitori che hanno amato l’umanità così profondamente da sacrificarsi per un mondo migliore.Lo hanno fatto per tutti i figli, quelli di ieri e quelli di domani. Nicola Ruffo è stato ricordato insieme a tutte le vittime innocenti delle mafie il 22 marzo 2014 a Latina durante la XIX giornata della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime delle mafie. (Fonte: www.libera.it)

La finalità dello Spettacolo Teatrale ” IL PAESE DEI LADRI ” è di diffondere la cultura della legalità e dei corretti principi etici, attraverso il linguaggio della Fiaba che si contestualizza, alla fine dello spettacolo, nel mondo reale. L’educazione viene generalmente intesa come un metodo di guida, un’attività “che modella, che forma, che plasma”, impiegata per la formazione del pensiero umano: implica non solo una funzione formativa ma anche informativa. Ma l’educazione è anche intesa come sistema attraverso cui la cultura si trasmette da una generazione all’altra: trasmette comportamenti, valori, simboli, idee e ideologie. La fiaba ammonisce, trasmette istruzioni sui comportamenti da assumere e veicola un insegnamento morale.

 

Autore: Michele Bia, Autore e Regista, vincitore del Premio David di Donatello per il Cinema Italiano 2007 per il cortometraggio Meridionali senza filtro.

Scenografia: Maestro Franco Mastrovita

Età consigliata: dai 9 anni in su.

 

INGRESSO €8
per prenotazioni info@barrios.it

 

 

Check Also

13/11 h16: Festa per ANNA: “GRAMSCI GAY” @Teatro Edi

FINALMENTE!!! Domenica 13 Novembre – ore 16,00  Anteprima nazionale  dello spettacolo vincitore della Borsa Teatrale ...